Archivi tag: Oceano Pacifico

Uccello A Moreton Island (Australia)

Moreton Island (Brisbane, Queesland, Australia)

Moreton Island nell’Oceano Pacifico meridionale è una meravigliosa isola sabbiosa nello Stato federato del Queensland nel sud-est dell’Australia. A un’ora di navigazione su traghetto dalla città di Brisbane, la capitale del Queensland, Moreton Island è l’isola principale tra le numerose sparse in Moreton Bay e la terza di sabbia più ampia al mondo. Quasi completamente protetta come parco nazionale nel Moreton Island National Park, Moreton Island è la destinazione ideale per amanti della natura. L’isola è sede del Moreton Bay Marine Park, l’unico parco marino a Brisbane, che protegge Flinders Reef, l’unica barriera corallina naturale al largo della città.
La gamma di attrazioni naturali di Moreton Island comprende spiagge stupende (come l’incantevole Honeymoon Bay a forma di mezzaluna) con maestose dune di sabbia, insenature, lagune limpide e foreste selvagge. Tra le attività da praticare: snorkeling, immersioni, pesca, whale watching, birdwatching (oltre 180 specie di uccelli), parapendio, trekking, campeggio. Moreton Island vanta spettacolari tramonti sull’oceano, ma imperdibili sono quelli che si riflettono sui 15 relitti di Tangalooma, appositamente affondati al largo dal governo del Queensland e diventati una barriera corallina artificiale frequentata per praticare snorkeling e immersioni subacquee.
Airbnb
Continua a leggere

Tongariro National Park: vulcani attivi e dormienti nell’Isola del Nord (Nuova Zelanda)

vulcano Photo by Pixabay from Pexels

Nell’altopiano vulcanico centrale dell’Isola del Nord in Nuova Zelanda, il Tongariro National Park è spettacolare per la bellezza dei paesaggi e per la varietà di ecosistemi ma, in particolare, per la concentrazione di una serie di vulcani attivi (Tongariro con colate di lava occupate da laghi, Ruapehu con ghiacciai, Ngauruhoe) nel centro del parco e di altri dormienti da millenni (Pihanga, Kakaramea, Tihia) a nord. Primo parco nazionale ad essere stato istituito in Nuova Zelanda nel 1887 e quarto al mondo, il Tongariro National Park è stato designato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO (scheda) nel ’93 per valori naturalistici e culturali (la concentrazione di massicci vulcanici, siti sacri per i Maori provenienti dalla Polinesia e primi coloni nel nucleo di territorio donato allo Stato della Nuova Zelanda). Continua a leggere

Cape Byron, NSW: sito tra i più suggestivi al mondo

Punto più orientale del continente dell’Australia, rinomato come sito naturale tra i più suggestivi al mondo, Cape Byron è proteso sull’Oceano Pacifico all’estremità settentrionale della costa del New South Wales (NSW) ed è compreso nella Cape Byron State Conservation Area.

Denominato dal capitano ed esploratore inglese James Cook nel 1770 in onore dell’ammiraglio connazionale John Byron, che aveva circumnavigato il globo tra il 1764 e il 1766, il promontorio di Cape Byron – 2 km a est di Byron Bay lungo Lighthouse Road – è di straordinaria bellezza per il variegato patrimonio naturale e culturale: foresta pluviale, pareti rocciose scoscese, scenari mozzafiato nell’entroterra e sull’Oceano, punti panoramici eccellenti per osservare il passaggio di balene megattere (whale watching) in migrazione e di delfini (dolphin watching), siti storici aborigeni (come Walgun) degli Arakwal, custodi tradizionali della zona.

Cape Byron
Photo Cape Byron by Andrea Schaffer, on Flickr │ (CC BY 4.0)

Australia, Mar dei Coralli proposto come parco marino più grande al mondo

Coral, North Horn, Coral Sea Great Barrier Reef, Australia_18.jpgI confini del più grande parco marino al mondo proposto per proteggere gran parte del Mar dei Coralli – dalla Great Barrier Reef alle acque delle Isole Salomone, Vanuatu e Nuova Caledonia – al largo della costa nord-orientale dell’Australia saranno definiti dal governo australiano entro la fine di febbraio 2012. La riserva marina di circa 990.000 km2 proteggerà in modo permanente barriere coralline con coralli e giardini di spugne di antica origine, pesci, zone di nidificazione di uccelli marini e di esemplari di tartaruga verde, canyon, vulcani sommersi in alto mare e le acque dove sono rimasti i relitti di navi affondate in seguito a scontri navali tra forze australiane, giapponesi, statunitensi durante la seconda guerra mondiale (come nel 1942 durante la Battaglia del Mar dei Coralli, la prima con portaerei). Il ministro dell’ambiente, Tony Burke, ha spiegato che il Mar dei Coralli è di straordinaria rilevanza ambientale per la diversificata gamma di barriere coralline tropicali, banchi e atolli di sabbia isolati, piane e canyon in mare profondo. Popolato da numerose specie marine uniche e in via di estinzione, oltre che uno degli ultimi posti sul pianeta ancora straordinariamente popolato da un gran numero di grandi pesci predatori come squali e tonni, il Mar dei Coralli è esemplare per la straordinaria ricchezza di biodiversità custodita nel complesso ed esteso ecosistema di valore insostituibile a livello globale.
In considerazione del rilevante introito economico costituito dalla pesca sportiva nel Mar dei Coralli fonte di nutrimento, risorse, ricreazione nell’Oceano Pacifico, l’area naturale protetta proposta dal piano ambientalista australiano è localizzata a circa un minimo di 60 km di distanza dalla costa nord-orientale e prevede il divieto di utilizzo di petrolio e di gas, oltre a nuovi limiti sull’attività di pesca.

PhotoCoral, North Horn, Coral Sea Great Barrier Reef, Australia_18.jpg‘ by gruntzooki/Cory Doctorow, on Flickr(CC BY-SA 3.0)