Working Holidays

VIVERE E LAVORARE ALL’ESTERO PER UN PERIODO, DURANTE LE VACANZE, UN’OPPORTUNITÀ PER CONOSCERE UN PAESE, UNA LINGUA, UNA CULTURA

Kahurangi National Park: ‘Il Signore degli Anelli’ all’estremità nord-occidentale dell’Isola del Sud (Nuova Zelanda)

Stream

Photo Stream by Brian/bdearth, on Flickr │ (CC BY 3.0)

Secondo parco nazionale per estensione in Nuova Zelanda, lo splendido Kahurangi National Park in gran parte selvaggio è situato in gran parte dell’angolo dell’estremità nord-occidentale dell’Isola del Sud a partire da Farewell Spit, riserva naturale con zone umide habitat di volatili di importanza internazionale. In parte occupato da tribù del popolo Maori nel XIV secolo, tra il 2001 e il 2003 il Kahurangi National Park è stato scelto dal regista neozelandese Peter Jackson per molte riprese della trilogia dei film fantasy de ‘Il Signore degli Anelli’ (tratto dall’omonimo romanzo scritto da John Ronald Reuel Tolkien), applaudita serie cinematografica finora più premiata (17 Oscar). Costituito sull’area del North West Nelson Forest Park Kahurangi nel 1996, è attrezzato con diversi campeggi e raggiungibile dal paesino rurale di Tapawera e dalle città di Motueka, Takaka e Murchison nella regione Nelson, da Karamea sulla West Coast.

Il Kahurangi National Park è caratterizzato da paesaggi alquanto diversificati con un’eccezionale varietà di piante autoctone: altipiani a faggeti con arbusti, piante e felci, praterie alpine, corsi fluviali impetuosi, antiche rocce e resti integri di fenomeni carsici con grotte tra le più profonde al mondo, archi naturali, doline, oltre a foreste costiere di aspetto quasi tropicale per la presenza di alberi di palma da cocco della specie endemica nikau. Nei differenti habitat presenti nel Kahurangi National Park sono protette diverse specie autoctone di fauna selvatica che comprendono grandi lumache terrestri carnivore e la maggiore popolazione esistente di kiwi maculato maggiore, uno più grossi uccelli della Nuova Zelanda.

Numerose le attività praticabili nel parco: passeggiate e trekking impegnativi su sentieri tracciati per oltre 570 km da Golden Bay (a nord), a Murchison e Tapawera (a sud), fino a Kohaihai Bluff sulla costa occidentale dell’Isola del Sud; l’estesa Wilderness Tasman Area – non tracciata e senza alcun ricovero –, prova avventurosa per camminatori esperti; tre piste di diverso grado di difficoltà per mountain bike; rafting ed esplorazioni di speleologia per esperti; caccia in numerose zone.

La rinomata Heaphy Track di 78,4 km, il sentiero più lungo in Nuova Zelanda, percorribile in 4-6 giorni anche su mountain bike, conduce in paesaggi dai forti contrasti: alte montagne aspre e frastagliate con foreste pluviali lussureggianti, praterie subalpine, ampi fiumi con ponti nell’Aorere Valley in Golden Bay, la splendida costa occidentale dell’isola con boschi e palmeti su spiagge ideali per il surf. Moderatamente difficile è l’impegno per affrontare la Wangapeka Track di 4-6 giorni. Nell’Anatoki / Waingaro Circuit si incontrano boschi di faggio, gole spettacolari, il Lake Stanley, mentre si raggiunge il Lake Matiri in 3 ore di cammino lungo le Matiri Valley & 1000 Plateau Acre Tracks in 3 ore di cammino conduce al Lake Matiri e, invece, la Leslie Karamea Track è più interessante per cacciatori e pescatori di trote.

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)

Post Metadata

Date
settembre 30th, 2013

Author
antonella

Category

Leave a Reply